Ti trovi in: Home - L'Agenzia - Chi siamo - Laboratori e attività chimiche - L'Attività dei laboratori chimici - Attività per la Pubblica Amministrazione

Attività per la Pubblica Amministrazione

 

Attività operativa diretta con emissione di certificato d’analisi

Viene svolta attività diretta a favore:

  • degli uffici doganali per l’accertamento analitico delle caratteristiche peculiari dei prodotti per consentirne la classificazione doganale e l’assoggettamento fiscale, ai fini dell’applicazione delle accise, sia per la gestione del tributo che in sede di prevenzione e repressione delle frodi tributarie
  • per l’amministrazione delle finanze per l’accertamento dell’IVA su determinati prodotti ad aliquota agevolata
  • della Guardia di Finanza con l’accertamento analitico della composizione delle merci prelevate per la repressione delle frodi fiscali
  • della Magistratura e di altri Organi Giudiziari per la lotta al contrabbando degli stupefacenti e per le perizie tecniche
  • del Ministero Ambiente nei controlli ambientali per le benzine e i gasoli per autotrazione ai sensi della Legge 66/2005, per il gasolio da riscaldamento e gasolio per uso marino e per gli oli combustibili ai sensi della Legge 152/2006
  • del Ministero Sanità per la collaborazione analitica nel controllo dei prodotti alimentari all’importazione e nel contrasto alla contraffazione dei farmaci
  • del Ministero Interno, Presidenza Repubblica ecc. per i collaudi delle merci acquisite appurando, con le opportune indagini, la conformità dei prodotti alle specifiche stabilite dai capitolati di gara
  • di altri Organi dello Stato (collaudi).

 

Attività di consulenza tecnica:

I laboratori chimici, per la loro particolare specializzazione nel campo analitico-merceologico, svolgono attività di consulenza tecnica nei seguenti settori:

  • pareri tecnici per la definizione delle ITV (Informazioni Tariffarie Vincolanti) e per le diverse consulenze merceologiche sulle problematiche che si sviluppano nell’applicazione della legislazione doganale e delle accise
  • servizio di informazione scientifica e di biblioteca scientifica
  • statistiche e standardizzazione delle attività
  • aggiornamento e formazione tecnica specialistica
  • stesura programmi per concorsi di accesso
  • stesura specifiche per l'acquisto di strumentazioni e materiali scientifici
  • informatizzazione delle attività con contenuto chimico
  • legislazione nazionale e disposizioni applicative di regolamenti comunitari
  • classificazioni merceologiche per la definizione della tariffa
  • composizione delle merci al fine della definizione delle norme di classificazione
  • pareri di classificazione (ITV, Informazioni Tariffarie Vincolanti - IVA - Organizzazione Mondiale delle Dogane - Commissione UE)
  • controversie doganali
  • perfezionamento attivo e passivo
  • applicabilità delle disposizioni sui prodotti soggetti ad accisa
  • autorizzazioni ad industrie per esenzione addizionale energia elettrica
  • classificazione doganale per prodotti soggetti ad accisa
  • commercializzazione per usi non soggetti ad accisa
  • accise sugli alcoli e bevande alcoliche
  • mutua assistenza su prodotti italiani esportati da altri Paesi comunitari
  • nomenclatura chimica in applicazione della restituzione comunitaria
  • sopralluoghi tecnici in fabbrica
  • riunioni sulla nomenclatura doganale dell’OMD (Organizzazione mondiale delle Dogane) della Commissione Europea, negli Organismi Normatori quali il Codex Alimentarius, in diversi Comitati Tariffari e Gruppi ad hoc dell’UE
  • comitati interministeriali tecnici, nei gruppi di lavoro per la definizione delle metodologie da applicare nelle analisi ufficiali, nei tavoli di confronto con le associazioni di categoria industriali

 

Attività di studio, di ricerca e di sperimentazione:

  • In collaborazione con organismi istituzionalmente delegati alla ricerca scientifica (quali CNR ed Università) e sulla base del coordinamento comunitario (quali il programma quadro per il supporto ai laboratori doganali e agli studi per l’applicazione dei regolamenti comunitari), si studiano in particolare gli sviluppi e la messa a punto di nuove e più affidabili metodiche d’analisi chimica specialmente in relazione all’applicazione di nuove strumentazioni scientifiche ed all’applicabilità di nuove disposizioni normative, approfondendo le conoscenze in materia di nuove produzioni di merci o di innovazioni nelle tecnologie di produzione, di trasformazione o di confezionamento
  • con la predisposizione di opportuni proficiency tests si valuta l’affidabilità dei risultati analitici prodotti
  • viene coordinato l’aggiornamento e la formazione professionale degli analisti sulle tecnologie analitiche e sulle metodologie strumentali in relazione all’evoluzione delle disposizioni legislative e regolamentari che comportano modifiche nelle analisi di controllo delle merci
  • viene mantenuto, in seno agli uffici della Commissione Europea, il collegamento scientifico ed operativo con i laboratori degli altri Paesi dell’UE al fine di assicurare, in ogni punto di accesso delle merci provenienti da Paesi terzi, un servizio chimico di qualità riconosciuta (conforme alla norma UNI EN ISO/IEC 17025) e di sicura affidabilità per la difesa degli interessi economici e commerciali dell’UE.