1 Febbraio 2021

Energie e Alcoli

  • Termine ultimo per l’invio dei dati relativi alle contabilità di dicembre dei soggetti che svolgono attività nei settori degli oli lubrificanti e bitumi di petrolio secondo quanto disposto nella Determinazione Direttoriale n. 52047/UD del 21/11/08 art. 2, comma 2.
  • Termine ultimo per l’invio del riepilogo contabile.
    • DM 12 aprile 2018, art.8 comma 2, soggetti che presentano comunicazione per lo stoccaggio dei prodotti energetici presso depositi terzi. Soggetti autorizzati ai sensi dell’art.4
  • Versamento della rata di acconto mensile dell’accisa sul gas naturale calcolata sulla base dei consumi dell’anno precedente (art. 26, comma 13, del D.Lgs. n. 504/1995).
  • Versamento dell’imposta di consumo sugli oli lubrificanti e bitumi di petrolio calcolata sulla base della dichiarazione mensile relativa alle immissioni in consumo del mese di dicembre (art. 61, comma 1, lett. e) del D.Lgs. n. 504/1995).
  • Versamento del canone annuo di abbonamento da parte di soggetti titolari di licenza di officina elettrica di produzione in convenzione (art. 56, comma 5, del D.Lgs. n. 504/1995).
  • Le scuole civili di pilotaggio aereo, ammesse al beneficio, che hanno svolto attività didattica nel corso del secondo semestre dell’anno 2020, devono presentare istanza, ai sensi dell’art. 6, comma 1, del D.M. 16 dicembre 1996, n. 692, per la restituzione dell’accisa sui carburanti e dell’imposta di consumo sugli oli lubrificanti impiegati per lo svolgimento della predetta attività nel periodo considerato.
  • L’ente di assistenza e di pronto soccorso ammesso all’agevolazione di cui al D.M. 31 dicembre 1993, deve presentare, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del predetto decreto, per ciascun trimestre, entro il mese successivo al trimestre stesso, all’Ufficio dell’Agenzia competente per territorio, apposita istanza di rimborso recante oltre alla denominazione, codice fiscale e sede dell’ente, gli estremi del provvedimento di ammissione al beneficio, nonché tutte le indicazioni relative a ciascuna autoambulanza di propria pertinenza in esercizio (marca, cilindrata e potenza del motore, targa, località dove presta servizio, tipo di alimentazione), il consumo di carburante registrato nel trimestre di riferimento, con allegate le copie dei relativi fogli di viaggio da cui risultino i servizi effettuati, la percorrenza in chilometri, e la documentazione comprovante l’acquisto del carburante.
  • Gli esercenti l’attività di trasporto merci e determinate categorie di trasporto di persone, ammessi al trattamento fiscale previsto dall’art.24-ter del Testo Unico delle accise approvato con il D.Lgs. n. 504/1995 e successive modifiche e dal D.P.R. 9 giugno 2000, n. 277, per il gasolio acquistato sul territorio nazionale e usato come carburante, devono presentare la dichiarazione utile ai fini della fruizione del beneficio di cui sopra, per i consumi del quarto trimestre 2020. La predetta dichiarazione deve contemplare le informazioni indicate dall’art 3, comma 2, del citato D.P.R. n. 277/2000.
  • Gli esercenti l’attività di microbirrificio e gli esercenti l’attività di piccola birreria nazionale – come disposto dal comma 2 dell’art. 8 del Decreto 4 giugno 2019 del ministero dell’economia e delle Finanze recante “Semplificazioni nei microbirrifici” – devono presentare, tramite PEC, all’Ufficio doganale competente, una dichiarazione riepilogativa riportante, in relazione all’anno precedente, il volume della birra complessivamente presa in carico rispettivamente nel registro della birra condizionata ovvero nel registro di magazzino.
  • I soggetti “obbligati nazionali” che abbiano immesso in consumo sul territorio nazionale birra realizzata e condizionata in una piccola birreria unionale dalla quale l’abbiano direttamente ricevuta – come disposto dal comma 3 dell’art. 8 del Decreto 4 giugno 2019 del Ministero dell’Economia e delle Finanze recante “Semplificazioni nei microbirrifici” – devono presentare, tramite PEC all’Ufficio delle dogane competente sul proprio deposito , una dichiarazione riepilogativa riportante, in relazione all’anno precedente e con riferimento a ciascuna piccola birreria unionale dalla quale abbiano ricevuto birra condizionata , i relativi codici di accisa nonché i quantitativi di birra immessi in consumo nel territorio nazionale. A tali dichiarazioni devono essere allegate le certificazioni rilasciate dalle Autorità competenti sulle piccole birrerie unionali attestanti la sussistenza delle condizioni richieste per i microbirrifici nazionali così come disposto dal comma 4 dell’art. 8 del medesimo Decreto.
  • I soggetti esercenti depositi fiscali autorizzati allo stoccaggio dei prodotti energetici presso un deposito ausiliario di cui non siano gestori, ai sensi dell’art.4 del D.M. 12 aprile 2018, devono inviare all’Ufficio delle dogane cui è stata trasmessa la comunicazione preventiva il riepilogo per l’anno 2020 dei quantitativi dei prodotti energetici distinti per tipologia e destinazione d’uso complessivamente acquistati e ceduti presso ciascun deposito ausiliario, identificato dal codice di accisa, in costanza di validità della comunicazione stessa.