Operatori della catena logistica

Operatori della catena logistica

I partecipanti, beneficiano di agevolazioni procedurali e canali prioritari quali:

  • priorità nel trattamento delle merci nel ciclo portuale e aeroportuale;
  • Fast corridor per l’inoltro delle merci al punto di sdoganamento specializzato, in corso di allestimento, situato in prossimità del sito Expo Milano 2015;
  • priorità nell’effettuazione dei controlli doganali, di safety & security e di competenza delle altre Amministrazioni coinvolte nel processo di sdoganamento, beneficiando delle semplificazioni offerte dallo Sportello Unico Doganale (one-stop-shop).

Per accedere a tali benefici è necessario che nei documenti doganali e di trasporto siano indicate le informazioni per la corretta identificazione dei Partecipanti e  delle merci destinate  ad EXPO Milano 2015, come indicato di seguito:

 

Documenti di trasporto

La polizza di carico (Bill of Lading) e la lettera di trasporto aerea (LTA) (Air Way Bill) devono contenere il riferimento “EXPO” affinché possa essere riportato nella dichiarazione sommaria di entrata (ENS) e nel MMA.

Analogamente, se le merci giungono in Italia via strada, scortate da un documento di transito, il riferimento “EXPO” va indicato nel documento di trasporto affinché possa essere riportato nella dichiarazione doganale.


 

 

Dichiarazione Sommaria di Entrata (ENS)

I soggetti che presentano la ENS devono indicare la stringa “EXPO” nel campo 37.4 “Marche e numeri dell’imballaggio” del tracciato ENS1 per ottenere la priorità nell’effettuazione dei controlli di sicurezza in Italia.

Tale indicazione permette agli uffici doganali italiani di individuare le partite”EXPO” negli appositi pannelli di monitoraggio per assegnare la priorità nell’effettuazione degli eventuali controlli.

I tracciati record per ENS/ENS1 sono disponibili sul portale dell’Agenzia.


 

 

Manifesto Merci in Arrivo (MMA)

Il soggetto che presenta il MMA deve indicare la stringa “EXPO” nel campo 11 “Marca dei colli” del tracciato del Record B “Merce in sbarco” del MMA. La partita di TC (A3) così generata acquisisce lo stato di “partita EXPO” assicurando priorità nello sdoganamento.

Inoltre grazie a tale indicazione, i gestori dei Terminal Container e dei magazzini di temporanea custodia possono riconoscere le partite di merce destinate ad EXPO e il loro stato doganale, onde poter attivare le procedure previste nell’ambito della Port Community per l’immediata uscita delle merci. A tale scopo, nell’ambito del Colloquio Gestori TC è stato introdotto il nuovo stato “SX” equivalente a “dichiarazione svincolata con merce destinata ad EXPO Milano 2015”.

I relativi tracciati record sono disponibili sul portale dell’Agenzia.


 

 

Dichiarazione doganale

Affinché una dichiarazione doganale sia identificata come relativa a merce destinata ad “EXPO Milano 2015” ed ottenga le agevolazioni/esenzioni a seconda dei casi previste, devono sussistere le seguenti condizioni:

  1. La trasmissione al STD deve avvenire tramite il messaggio IM;
  2. Nel campo 8 del DAU, Destinatario, deve essere indicato il codice EORI del
    • Partecipante Ufficiale
    • Partecipante Non Ufficiale
  3. A seconda del regime richiesto nel campo 37.1 del DAU deve essere indicato uno fra i seguenti codici:
    • 40 - importazione definitiva
    • 53 - ammissione temporanea
  4. Nel campo 37.3 del DAU deve essere inserito uno dei seguenti codici:
    • 1EE: Agevolazioni/esenzioni doganali per i Partecipanti Ufficiali (importazioni definitive in esenzione da dazi ed IVA, ammissione temporanea senza prestare garanzia per dazi ed IVA, esecuzione prioritaria dei controlli e agevolazioni logistiche);
    • 2ME: Agevolazioni per Partecipanti Ufficiali e Non Ufficiali (esecuzione prioritaria dei controlli e agevolazioni). I Partecipanti Ufficiali utilizzeranno tale codice in luogo di 1EE per le merci che non possono godere delle esenzioni fiscali.

I relativi tracciati record sono disponibili sul portale dell’Agenzia.

Le dichiarazioni doganali possono essere presentate presso qualunque ufficio doganale italiano.