Ti trovi in: Home - L'attività - Dogane - Antifrode e controlli - Tutela dei diritti di proprietà intellettuale - Il progetto FALSTAFF per i giovani

Il progetto FALSTAFF per i giovani

Il traffico illecito di merci contraffatte, etichettate in maniera mendace e di prodotti usurpativi costituisce un’infrazione alla legislazione doganale, comunitaria e nazionale, con conseguente grave danno economico per i consumatori e per le imprese che operano nel commercio legittimo, pregiudicando le attività legittime di tutti i soggetti coinvolti nell’ambito del commercio internazionale.

Le merci oggetto di tali traffici presentano spesso caratteristiche tali da rappresentare un pericolo grave ed immediato per la salute e/o la sicurezza dei consumatori, obbligando l’Agenzia a porre in essere le iniziative più adeguate per una sempre maggiore efficacia delle attività di sorveglianza e di controllo, che faccia affidamento su criteri di selettività tali da non perturbare i traffici commerciali e da non indurre costi eccessivi per le aziende virtuose.

Parimenti, non può essere taciuto che quotidianamente siamo spettatori di usi e costumi da parte di consumatori che non disdegnano di procedere all’acquisto di prodotti contraffatti o non sicuri, determinando, spesso inconsapevolmente, gravissimi rischi per bambini o utilizzatori in genere, pericoli di inquinamento ambientale, conseguenze economiche disastrose per aziende e lavoratori.

E’ in tale quadro che si inserisce l’iniziativa “Falstaff per i giovani”, volta a coinvolgere tutti i soggetti istituzionali e non impegnati nella lotta alla contraffazione per un’azione moralizzatrice degli usi e dei costumi rivolta principalmente ai consumatori più giovani, attraverso un’azione educativa che fa uso di quanto più moderno e tecnologico per favorirne la comunicazione e la diffusione alla stregua dei più noti social network.

L’obiettivo del progetto è quello di informare il target giovanile sui pericoli derivanti dall’alimentare, anche inconsapevolmente, il fenomeno della contraffazione e sui rischi connessi all’acquisto di prodotti non conformi alle normative di qualità e sicurezza, con la collaborazione delle maggiori associazioni di categoria.

Il progetto si è concretizzato con la creazione del portale FALSOBOOK, in cui sono presenti approfondimenti, tematiche di interesse per i consumatori, consigli delle associazioni di categoria… e molto altro ancora!