Ti trovi in: Home - Monopoli - Tabacchi - I controlli di ADM - Sistema europeo per il tracciamento dei prodotti del tabacco

Sistema europeo per il tracciamento dei prodotti del tabacco

Il sistema europeo di Tracking and Tracing, istituito con la direttiva n. 2014/40/UE e relativi provvedimenti attuativi  consente di “tracciare” e “rintracciare” ciascuna confezione unitaria di prodotti del tabacco lungo tutta la filiera produttiva ovvero fino alla consegna da parte del grossista ai punti di vendita al dettaglio.

Cosa prevede la normativa

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli (ID Issuer) rilascia i codici identificativi univoci che i produttori dovranno apporre sulle singole confezioni.
L’Agenzia delle dogane e dei monopoli verifica la regolare apposizione di un identificativo univoco sulle confezioni unitarie dei prodotti del tabacco immesse sul mercato e i relativi percorsi della merce, al fine di prevenire e contrastare eventuali fenomeni di contrabbando e di vendita illecita.
Gli operatori della filiera, dopo essersi censiti nel sistema, registrano tutti i passaggi della merce sino alla prima rivendita al pubblico. L’Agenzia mette a disposizione degli operatori, sia per la registrazione che per la richiesta dei codici univoci, un servizio telematico denominato SETT (sistema europeo di tracciamento del tabacco): Accedi all'area riservata.

Quando

Le sigarette e il tabacco da arrotolare lavorati o importati nell’UE devono essere contrassegnati dall’identificativo univoco a decorrere dal 20 maggio 2019 mentre per gli altri prodotti del tabacco tale obbligo decorre dal 20 maggio 2024.
Le sigarette e il tabacco da arrotolare lavorati o importati nell’UE prima del 20 maggio 2019 possono essere immesse sul mercato fino al 20 maggio 2020.
Pertanto, a decorrere dal 21 maggio 2020 tutte le confezioni unitarie di sigarette e tabacco da arrotolare immesse sul mercato devono essere contrassegnate dall’identificativo univoco.