Ti trovi in: Home - L'attività - Dogane - Restituzione all'esportazione - SAISA - PAC: comunicazioni di Politica Agricola Comune e ISAMM - Attività dei comitati agricoli in sede unionale - Riunioni gruppo esperti questioni orizzontali - Resoconto Riunione del Comitato OCM - gruppo di esperti per le questioni orizzontali - Bruxelles 18.07.2018

Resoconto Riunione del Comitato OCM - gruppo di esperti per le questioni orizzontali - Bruxelles 18.07.2018

1. Domande e risposte sull’ambiente del sistema IT LORI

L’unità IT della Commissione ha risposto alle domande ricevute dagli Stati membri nei mesi precedenti sulle nuove caratteristiche del sistema IT LORI.

- Gli Stati membri sono liberi di decidere se dare o meno ai propri operatori l’accesso diretto all’ISAMM.

 

- Quando gli operatori hanno l’accesso diretto all’ISAMM, prima che la loro comunicazione, prima di essere inviata alla Commissione ed immagazzinata nella banca dati LORI, deve essere approvata dall’Autorità dello Stato membro che emette la licenza/titolo.

 

- Quando gli operatori non hanno l’accesso diretto all’ISAMM, lo Stato membro è libero di ricevere le informazioni dagli operatori con il formato che preferisce (la Commissione non elaborerà modelli speciali in merito).

 

- Il sistema IT LORI non ha scadenze supplementari a carico degli operatori per la compilazione delle domande, per rispondere alle richieste degli Stati membri o affinché attualizzino la loro comunicazione. Le scadenze applicabili sono indicate nella bozza di Regolamenti delegato e di attuazione sui contingenti delle aliquote tariffarie (TRQ).

 

- La Commissione elaborerà un elenco di accertamenti automatici che i sistemi ISAMM/LORI devono effettuare, per un raffronto incrociato di parte delle informazioni presentate dagli operatori.

 

2. Discussione su un documento di lavoro di una eventuale bozza di Regolamento delegato sulla gestione dei contingenti delle aliquote tariffarie.

 

La Commissione ha presentato le modifiche apportate alla bozza di Regolamento delegato sui TRQ rispetto alla versione presentata alla riunione precedente.

Le modifiche riguardano l’Articolo 9, sulla “quantità di riferimento”.

- Nuova regola orizzontale/trasversale: se un periodo di TRQ è diviso in sottoperiodo, la quantità di riferimento è scissa a seconda del numero di sottoperiodi. La percentuale della quantità di riferimento totale applicabile ad ogni sottoperiodo di contingente tariffario corrisponde alla percentuale della quantità totale dei prodotti disponibili per il relativo sottoperiodo.

 

- La Commissione ha confermato che la sospensione del requisito della quantità di riferimento, come da Articolo 9(8), è automatica. Gli Stati membri saranno informati, mediante CIRCABC e/o il sito web Europa, che entro la fine del nono mese di un periodo di contingente tariffario, le quantità per cui si è presentata domanda nell’ambito del contingente tariffario sono inferiori alla quantità ancora disponibile nell’ambito di quel TRQ per quel periodo di contingente tariffario. Tale sospensione è limitata all’apertura del periodo di TRQ. Quando tale sospensione è in atto, tutti gli operatori, e non soltanto gli operatori Lori, possono richiedere il TRQ interessato.

 

- La Commissione ha introdotto una nuova disposizione sulla possibilità di anticipare la sospensione del requisito della quantità di riferimento al 2° ed al 3° sottoperiodo in casi imprevedibili ed eccezionali. Tale meccanismo non è automatico ma richiede un Atto di attuazione della Commissione.