Bandiera siriana

 

I documenti idonei a provare la definitiva importazione della merce in territorio siriano, ai sensi dell'articolo 17 del Reg. Ce 612/2009, sono:

 

  • dichiarazione tipo DAU il quale deve riportare nella casella 1 il codice IM 40, 41, 42, 43, 44 e nella casella 37 il codice IM 40, 41, 42, 43, 44 , seguito da altra coppia di numeri. Detto documento viene timbrato e firmato dalla autorità doganale locale. Nella parte posteriore vengono riportati i dati relativi al conteggio delle tasse ed eventuali ulteriori accertamenti effettuati.
    Si fa presente che i codici IM 50 e 51 al campo 1, e 50 e 51 , seguiti da altra coppia di numeri al campo 37 non attestano la definitiva importazione della merce ma solo la temporanea;
  • dichiarazione d'immissione in consumo per il settore privato;
  • dichiarazione di immissione in consumo per il settore pubblico;
  • dichiarazione di immissioni in consumo delle merci esenti da diritti e appartenenti al settore pubblico.

I documenti in parola possono essere presentati alternativamente, in quanto sono equipollenti.

Tali documenti devono contenere tutti gli elementi che possano far ricondurre il documento citato all'esportazione effettuata (codice doganale coincidente per le prime sei cifre o descrizione della merce compatibile con quanto dichiarato sulla dichiarazione doganale italiana, identità del mezzo di trasporto con quanto riportato sulla dichiarazione doganale italiana, numero colli e peso lordo/netto della merce ecc.) e deve essere debitamente timbrato e firmato dalla locale autorità doganale. A tal proposito si precisa che normalmente la copia rilasciata all'utente ne è sprovvista ma , da informazioni assunte da codesto Servizio attraverso canali ufficiali, si è appreso che, dietro richiesta preventiva allo spedizioniere, è possibile ottenere che anche le copie siano bollate; è anche possibile ottenere attraverso un Agente Doganale, dietro compenso, una copia autenticata e timbrata dalla locale autorità doganale.

Comunque si osserva che le autorità doganali siriane rilasciano sempre, unitamente alle bollette di importazione, una ricevuta attestante il pagamento dei diritti; in caso di documento d'importazione sprovvisto di timbro si prega di trasmettere lo stesso documento insieme a tale ricevuta.

Si fa presente che il SAISA richiede anche la traduzione giurata del documento; la traduzione deve essere integrale, completa dei timbri apposti sul documento, e deve essere effettuata da un traduttore ufficiale, riconosciuto dalle competenti autorità giudiziarie italiane, il quale deve anche asseverare esplicitamente di aver fedelmente tradotto integralmente il documento. I fogli che compongono la traduzione devono essere legati tra loro con timbro di congiunzione della autorità competente per territorio, e devono a loro volta essere legati al documento estero sottoposto a traduzione.

Il documento può essere prodotto in originale o copia conforme all'originale.

La conformità all'originale può essere attestata nei modi previsti dal Reg. Ce 612/2009 e segnatamente:

  • dall'autorità doganale della Siria;
  • dall'ICE di Damasco;
  • da consolati o ambasciate di paesi aderenti all'Unione Europea.

Si fa presente che le semplice certificazione relativa alla definitiva importazione della merce in Siria, vidimate dalla competente dogana siriana, non costituisce prova primaria, ai sensi del citato articolo 16, ma prova secondaria.

La licenza di importazione e la dichiarazione d'importazione provvisoria con il rilascio di cauzione non provano la definitiva importazione della merce in Siria.

Un eventuale presentazione di copia del documento doganale siriano resa conforme dalla General Foreign Trade Organisation for chemicals & Foodstuff - GEZA - non è idonea a comprovare la dfinitiva importazione della merce in Siria, in quanto tale organizzazione non è abilitata ad autenticare documentazione doganale.

Specimen 1 - Dichiarazione d'immisione in consumo per il settore privato - foglio 1 (immagine .gif solo in visione)

Specimen 2 - Dichiarazione d'immisione in consumo per il settore privato - foglio 2 (immagine .gif solo in visione)

Specimen 3 - Dichiarazione d'immisione in consumo per il settore privato - foglio 3 (immagine .gif solo in visione)

Specimen 4 - Dichiarazione d'immisione in consumo per il settore privato - foglio 4 (immagine .gif solo in visione)