Moduli

 

In questa pagina sono a disposizione i formulari necessari per la corretta presentazione dell'istanza di restituzione. E' infatti possibile "scaricare" l'unico modulo previsto per la presentazione dell'istanza e consultare le relative modalità di compilazione.

Sono inoltre disponibili i formulari ed i modelli essenziali per alcuni settori merceologici ammessi al diritto alla restituzione all'esportazione (da scaricare e/o visionare).

 

PDF Modulo per la presentazione dell'istanza

 

Avviso all'utenza in merito all'istanza di restituzione (21.03.2005)

Si informa che la normativa comunitaria e nazionale prevede il trattamento e la pubblicità dei dati personali ancorché abbia dettato in materia norme per la tutela delle persone e dei soggetti interessati. Si elencano di seguito le principali disposizioni comunitarie e nazionali inerenti l’argomento:

 
  • Direttiva CEE 95/46;
  • Reg. UE 1306/13 dispone che gli Stati membri devono pubblicare, a posteriori, l’elenco dei Beneficiari dei fondi FEAGA con gli importi percepiti da ogni beneficiario;
  • Reg. UE 908/14, recante modalità di applicazione del Reg. CE 1306/13, disciplina la pubblicazione delle informazioni sui beneficiari dei finanziamenti provenienti dal FEAGA;
  • Legge 675/96;
  • D.to Leg.vo 196/03;
  • D.P.R. 7 aprile 2000 n. 118 reca norme di semplificazione per la disciplina degli albi dei beneficiari di provvidenze di natura economica (a norma dell’art. 20, comma 8 della legge 15 marzo 1997, n.59).
 

Si rammenta che l'istanza di restituzione deve essere firmata in originale dal titolare del diritto (intestatario della bolletta doganale ovvero intestatario del titolo agrex/restituzione ovvero cessionario del credito).
Il diritto alla restituzione può essere ceduto esclusivamente in virtù di idoneo atto notarile di cessione di credito debitamente notificato al SAISA. In tal caso l'istanza deve essere altresì, corredata da una dichiarazione con la quale il cessionario si dichiari consapevole che il pagamento della restituzione, a seguito di controllo a posteriori, potrebbe essere riconosciuto indebito e, per ciò stesso, il medesimo cessionario si impegni a rimborsare, senza opporre eccezioni di sorta, a prima richiesta del SAISA ed entro 20 giorni dalla richiesta medesima, l'importo indebitamente percepito.
Resta inteso che non è utilizzabile la cd. girata della dichiarazione doganale di esportazione.

 

PDF Attestato B.A.M, Reg. Ce 433/07, alleato I (71,7 KB) (solo in visione).

PDF Attestato B.A.M. Reg. Ce 1359/07, allegato I (82,7 KB) (solo in visione).

Modello 3 a del Dau (presto on line)

ZIP Modulo per il riepilogo della restituzione richiesta da parte della ditta (3,64 KB) (settore lattiero caseario, carni suine e carni bovine - istruzioni di servizio n° 5120/2001)

ZIP Modulo autocertificazione di documenti da presentare a corredo dell'istanza di restituzione (3,76 KB) Con l'entrata in vigore della legge Bassanini, gli operatori potranno certificare, attraverso questo stampato scaricabile, la conformità all'originale di alcuni documenti (es. titoli export esteri, prova del pagamento della fornitura) da allegare alla domanda di restituzione.