Panel test degli oli di oliva

Il Regolamento (CEE) n. 2568/91 della Commissione, modificato dal Reg. CE 640/2008,  oltre ai parametri chimico-fisici e ai relativi limiti analitici necessari a garantire la genuinità e la qualità di un olio d'oliva, ha previsto anche un esame organolettico “Panel - test” sugli oli d'oliva vergini come parametro di valutazione della qualità. Foto di un particolare di ramo di olivo con foglie e frutti Le norme relative alla metodologia e ai criteri di valutazione, nonché gli strumenti per la valutazione sensoriale, sono riportati nell’All. XII del suddetto Regolamento.

Presso i Laboratori Chimici dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dal 1991, anno dell'entrata in vigore del Regolamento, ad oggi sono stati costituiti cinque Comitati di assaggio (Panel) operanti presso i Laboratori chimici di Bari , Genova , Palermo , Roma e Verona che, per la loro professionalità e competenza, hanno ottenuto il riconoscimento da parte della Commissione Europea e del Consiglio Oleicolo Internazionale (COI). Il COI effettua un continuo monitoraggio della loro attività attraverso i risultati ottenuti su prove circolari di assaggio.

Inoltre, i Comitati di assaggio dei laboratori chimici di Bari, Genova, Palermo, Verona e Roma, con Decreto Ministeriale del 30/07/2003 (G.U. n. 207 del 06/09/2003), aggiornato con D.M. 16 dicembre 2005 (G.U. n. 304 del 31 dicembre 2005), hanno ottenuto il riconoscimento da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF), e di conseguenza l’autorizzazione a svolgere, sul territorio nazionale, il controllo ufficiale per la valutazione delle caratteristiche organolettiche degli oli d'oliva vergini. Con lo stesso Decreto il Comitato di assaggio del laboratorio chimico di Roma, ha ottenuto l'incarico di panel di revisione e di arbitrato per oli di oliva commercializzati a livello nazionale e comunitario.

Tutti i Panel delle Dogane operano in regime di qualità in conformità alla norma UNI EN ISO/IEC 17025 e tre Comitati di assaggio operanti presso i Laboratori chimici di Palermo, Genova e Roma hanno ottenuto, da parte di ACCREDIA (Ente Italiano di Accreditamento dei Laboratori), l’accreditamento per la “valutazione organolettica degli oli di oliva vergini”.

L'analisi organolettica viene effettuata dai Panel su campioni di olio d'oliva vergine analizzati ai fini doganali, per controlli richiesti da altre strutture pubbliche e private (Guardia di Finanza, Aziende Sanitarie Locali, Ispettorato Centrale Repressione Frodi, Agea, ecc.) oppure per certificazione richiesta da privati.