Ti trovi in: Home - Monopoli - Giochi - Normativa - Concorsi a premio

Concorsi a premio

 

AAMS e i concorsi a premio

Sono considerati concorsi a premio le manifestazioni pubblicitarie in cui non tutti ma solo alcuni partecipanti ricevono un premio la cui assegnazione dipende di norma dalla fortuna, dalla sorte, dalla capacità di effettuare pronostici, dall'abilità o bravura.

 

Tali manifestazioni consistono pertanto nella promessa fatta al pubblico dal promotore con lo scopo di promuovere nell'ambito del territorio nazionale il grado di conoscenza di prodotti, servizi, ditte, marchi oppure la vendita di determinati prodotti o la prestazione di servizi, che comunque possono avere anche solo in parte uno scopo commerciale; la partecipazione alle manifestazioni a premio deve in ogni caso essere gratuita mentre l'estensione massima territoriale che essa può avere è quella del territorio nazionale.

 

Con la normativa di seguito indicata è stata riformata la materia concernente le manifestazioni a premio e le manifestazioni di sorte locale.

 

Al Ministero dello Sviluppo Economico compete il controllo sullo svolgimento delle manifestazioni a premio (concorsi a premio e operazioni a premio), mentre è demandato ad AAMS il controllo sull'elusione del monopolio statale dei giochi.

 

Elenco dei concorsi dichiarati cessati

Indirizzo di posta elettronica

Indirizzo di posta elettronica cui inviare la documentazione di avvio dei concorsi a premio, ai sensi del punto 1 lett. g) del Decreto Dirigenziale 5 luglio 2010:
giochi.concorsiapremio@aams.it

I riferimenti normativi

D.p.r. 26 ottobre 2001 n.430 Regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi, operazioni a premio e manifestazioni di sorte locali, ai sensi dell'art.19, c.4 L.27-12-1997 n.449 (G.U. 13-12-2001 n.289).

Articolo 39, commi 13 ter-quater del Decreto Legge 30 settembre 2003 n.269, convertito con modificazioni dalla Legge 24 novembre 2003 n.326

Articolo 12, comma 1 lett. o) del Decreto Legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito con modificazioni, dalla Legge 24 Giugno 2009, n.77