Ti trovi in: Home - Dogane - L'operatore economico - Aree tematiche - Info Brexit

Info Brexit

Info Brexit

Il Regno Unito (UK) - quando si concretizzerà formalmente la cosiddetta “Brexit” – non sarà più parte del territorio doganale e fiscale (IVA e accise) dell'Unione Europea. La circolazione delle merci tra UK e l'UE verrà, dunque, considerata commercio con un Paese terzo. Di conseguenza, da quella data si dovranno stabilire lo status doganale delle merci che entrano, escono o transitano attraverso il territorio doganale e fiscale dell'Unione e del Regno Unito, e le disposizioni giuridiche applicabili oltre al trattamento adeguato in relazione all'IVA e alle accise. Inoltre, i viaggiatori tra l’Italia e il Regno Unito non potranno più beneficiare delle esenzioni dei controlli previste per l’Unione europea.

Il negoziato

L’art. 50 del Trattato UE prevede un meccanismo di recesso di un Paese basato su un accordo bilaterale che ne definisca le modalità.
La Commissione europea, su mandato del Consiglio, nel dicembre 2016 ha istituito una Task Force con il compito di negoziare con la controparte britannica l’accordo di recesso.
Il 13 novembre 2018, dopo mesi di trattative, è stata raggiunta un’intesa tra i negoziatori sul testo dell’Accordo di Recesso e su uno Schema di Dichiarazione Politica sulle future relazioni. I documenti ufficiali e una sintesi ragionata sono consultabili a questo link:
https://ec.europa.eu/commission/brexit-negotiations/negotiating-documents-article-50-negotiations-united-kingdom_en

Per entrare in vigore l’accordo deve essere ratificato dal Parlamento britannico e da quello europeo e infine approvato dal Consiglio UE a maggioranza qualificata “forte” (72% dei 27 Stati membri, ossia 20 Stati membri che rappresentino almeno il 65% della popolazione UE a 27)

Un eventuale “deal” consentirebbe di rinviare l’operatività della Brexit in campo doganale. In caso di mancato accordo, invece, UK diverrà Paese terzo a tutti gli effetti a decorrere dal 30 marzo 2019.

Va precisato che l’Accordo in corso di negoziazione riguarda solo il periodo transitorio (30 marzo 2019 – 31 dicembre 2020) e ha lo scopo di guidare la Brexit al fine di evitare effetti traumatici sull’economia della UE.

In ogni caso potrà essere negoziato un accordo di libero scambio per regolare le future relazioni commerciali tra la UE e il Regno Unito.

Tutte le ulteriori informazioni sul negoziato in corso sono disponibili a questo link: https://ec.europa.eu/commission/brexit-negotiations_en.