AES (Automazione dell'esportazione)

Il progetto A.E.S. (Automated Export System) consente il tracciamento elettronico ed il controllo automatizzato delle operazioni di esportazione in ambito comunitario.

La nota n. 1434 del 3 maggio 2007 illustra le principali novità di carattere normativo introdotte dai Regolamenti (CE) n. 648/2005 e n. 1875/2006 che modificano rispettivamente il Codice doganale comunitario (Reg. (CEE) n. 2913/1992) e le relative Disposizioni di applicazione (Reg. (CEE) n. 2454/1993), e che costituiscono la base giuridica del progetto AES.

Il progetto A.E.S. è suddiviso in due fasi funzionali:

  • la prima, indicata come "E.C.S. fase 1" (Export Control System), prevede l'informatizzazione della comunicazione del "visto uscire"
  • la seconda, indicata come "E.C.S. fase 2", prevede:
    • l'indicazione dei dati sicurezza
    • le procedure di follow-up
    • la gestione delle dichiarazioni sommarie di uscita
    • la visualizzazione dell'esito dell'analisi dei rischi.

Le date di avvio delle due fasi sono state fissate dal Regolamento n. 1875 che ha fissato al 1° luglio 2007 l'inizio della fase 1, e al 1° luglio 2009 l'inizio della fase 2.

L’Agenzia delle Dogane ha impartito le istruzioni operative relative a:

PDF Comunicazione dell’11 dicembre 2013 - DAE - Compilazione casella S00

PDF Comunicazione n. 114900 del 26 agosto 2009 - Export Control System – Fase 2